"Una canzone di Eugenio Finardi dice: ....con la radio si può scrivere leggere cucinare, non c'è da stare immobili seduti a guardare. Forse è proprio quello che me la fa preferire, è che con la radio non si smette mai di pensare...."
Stefy

18 nov 2008

Fiabe e Realtà

Le fiabe, i ricordi di bambina, ora capisco il perché degli incubi, ed anche il perché tanti ragazzi della mia età sono finiti male. Parliamo delle favole di un tempo e rapportiamole alla realtà di oggi.....mi sa che quel cavolo di fiabe un pò di responsabilità ce l'hanno se siamo a questo punto.
Cappuccetto Rosso: il lupo si travestiva da cappuccetto e si mangiava la nonna.... ora si traveste da impiegato dell'Enel e fotte la pensione alla nonna, evita di mangiarla, così il mese dopo può tornare e fottergli la pensione ancora una volta. Il lupo si travestiva da nonna e mangiava cappuccetto rosso.....mo se aspetta cappuccetto, può morire di fame, cappuccetto a trovare la nonna mica ci va più, è impegnata in un rave party nel bosco.
Ansel e Gretel:la strega aveva la casa di marzapane per attirare i bambini, ora fa la maestra d'asilo e i bambini li portano direttamente i genitori.
Biancaneve:da principessa in un castello fugge nel bosco e si occupa dei sette nani sino all'arrivo del principe. Ora nasce morta di fame, fa la Pornostar coi sette nani e solo dopo sposa il principe a fa la vita da nababba.
I Tre Porcellini:prima costruivano le casette, di paglia e legno, cerini, e mattoni e solo l'ultima reggeva alla furia del lupo. Ora hanno aperto un'impresa edile e fanno le case popolari di cartone tanto sono i morti di fame che ci muoiono sotto.
La Principessa Sul Pisello:la poverina era tanto principessa e sofisticata che sentiva un pisello sotto sette materassi, ora la maiala vive con sette piselli sopra il materasso...e chiamala scema.
La Cicala e la Formica:la formica da brava conservava per il futuro e la cicala moriva di freddo e fame perchè non aveva lavorato per il futuro. Ora la formica lavora come una dannata e non riesce a mettere da parte niente, la cicala va a fare la velina e vive felice e contenta alla faccia della formica.
E poi abbiano pure il coraggio di lamentarsi della nuova generazione stì fetentoni che per anni ci hanno mangiato il cervello con le favole della buona notte. Mavaff.....

5 commenti:

Luisella ha detto...

…… Sei riuscita per un attimo a farmi ritornare bambina....

Cavolo ma la principessa sul pisello in questi anni si deve essere esercitata parecchio per reggere sette piselli sul materasso….. siamo certi che siano solo sette??

Stefy ha detto...

hahahaha!

Gandalf ha detto...

beh guarda, gia' le fiabe come ce le hanno raccontate a noi sono state parecchio modifiucate rispetto alle originali, molto piu' crude e violente delle versioni che conosciamo noi.

per esempio cappuccetto rosso, nella versione originale di Perrault, è una fiaba che contrariamente alla versione dei fratelli Grimm non ha un lieto fine e il motivo è chiarissimo: se il lupo venisse ucciso dal cacciatore la fiaba perderebbe il suo valore di ammonimento.

le tue versioni pertanto sono semplicemente una specie di ritorno alla versione originale ma attualizzate al presente.

mai pensato di scrivere un libro di favole completo?!?! :-)

Stefy ha detto...

mi sa proprio che mi hai dato un'ottima idea, se faccio i soldi a palate ti cerco e ti dò la tua parte dei guadagni ;-)

Gandalf ha detto...

aggiudicato...
magari le scriviamo insieme...

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, a chi dice il contrario dò io una testata, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità e si vede benissimo. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Le immagini qui postate sono MIE o gentilmente offerte da Google. Qualora gli autori avessero qualcosa da dire al riguardo, possono contattarmi, ci prendiamo un caffettino ed io provvederò a rimuovere il contenuto contestato se mi pagano il caffè.