"Una canzone di Eugenio Finardi dice: ....con la radio si può scrivere leggere cucinare, non c'è da stare immobili seduti a guardare. Forse è proprio quello che me la fa preferire, è che con la radio non si smette mai di pensare...."
Stefy

05 dic 2008

Pensavo....

"Chi crede in me anche se è morto vivrà, e chiunque vive e crede in me non morirà in eterno"
(Giovanni 49, 15)
Ieri mentre facevo il bagnetto immersa nel sapone la mia mente ha iniziato a divagare, in alcune religioni si parla di reincarnazione, in altre si parla di vita in un mondo parallelo, diverso, dove regna la pace, ognuno dice la sua.
E se invece ciò in cui crediamo tutti fosse una cosa sola, che ogni parte di ogni religione facesse parte della stessa religione, se davvero ognuno di noi dopo la morte tornasse a vivere in un nuovo corpo, si spiegherebbe il perchè i bambini nascono con quel qualcosa in più, qualcosa di innato, come se già sapessero cose che noi abbiamo compreso solo con anni di vita e di errori.
E se la nostra vita eterna fosse un modo di riciclare ogni anima con la speranza di arrivare alla perfezione finale, al mondo perfetto, e se il caos di oggi fosse solo il culmine delle disgraziate sbagliate e sciocche decisioni di ognuno di noi e dopo tutto il caos ci fosse la pace tanto attesa?.
Chissà magari siamo ancora parte della creazione del mondo, un mondo non ancora perfetto, come una fabbrica che migliora o cerca di migliorare sempre più il suo prodotto, certo ogni tanto nasce un prodotto difettoso, Hitler e tanti altri come lui, ma quanti altri son venuti su bene, Giovanni Paolo II, Madre Teresa, Padre Pio.
Speriamo di poter godere della vista di quel prodotto perfetto, se non come Stefania, magari in un altro corpo, ma spero di esserci e di trovarvi tutti. Bacio.

8 commenti:

digito ergo sum ha detto...

e se il caos di oggi non fosse il culmine? guarda, mi vien male solo a pensarci...

Stefy ha detto...

:-( mah! speriam bene bacio

ANNA ha detto...

Ciao Stefy io credo nella reincarnazione poi magari ti spiego perchè altrimenti mi dilungo troppo. In parole povere l'uomo smetterà il suo ciclo di vite quando riuscirà a scindere la materia dallo spirito e vivrà spoglio di quelle che sono le meschinità mortali, cosa non molto semplice perchè in ogni vita che attraversiamo ci sono dolori ed esperienze ed ogni vita ci lascia qualcosa e lascia in un certo modo qualcosa di incompiuto. Per me la perfezione non esiste esiste ammettere di non poter mai essere perfetti e di riuscire a curare l'anima più di altri aspetti. :)

Stefy ha detto...

è qualcosa su cui riflettere

cinzia ha detto...

Non so.......!!!!!!!

Valentina ha detto...

Che bel post! Un distillato di pensieri alla portata di tutti ma giustissimi! Sai che mi hai risollevato il morale? Io non credo alla reincarnazione, ma che il nostro sia un mondo in divenire destinato alla pace, sì. Nella Bibbia è scritto che "questo mondo geme nelle doglie del parto". Secondo me è come un'unico organismo, un'unica anima che si perfezionerà sempre più, liberandosi dalle scorie della materia corruttibile, come ciascuno di noi, che ne facciamo parte. Grazie e buonissima sera!

Stefy ha detto...

grazie anche a te valentina, ti abbraccio forte

RED ha detto...

Ciao Stefy, belle le tue considerazioni ... anch'io sposo la tua teoria, del continuo divenire per arrivare alla consapevolezza, magari di un qualcosa che già abbiamo dentro di noi ma non riusciamo a focalizzare!
Se ti capita, prova a cercare in internet questo nome: GUSTAVO ADOLFO ROL, o ad acquistare un libro che parla di lui ... è stato una stella cometa nata a Torino ad inizio secolo, che ha cercato di spiegare, alla gente comune ma anche alla scienza, il suo pensiero e le sue capacità ... purtroppo senza riuscirci appieno! Lui esprimeva un concetto a cui ti sei allineata molto ... fammi sapere cosa ne pensi ... ciao e un abbraccio!

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, a chi dice il contrario dò io una testata, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità e si vede benissimo. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Le immagini qui postate sono MIE o gentilmente offerte da Google. Qualora gli autori avessero qualcosa da dire al riguardo, possono contattarmi, ci prendiamo un caffettino ed io provvederò a rimuovere il contenuto contestato se mi pagano il caffè.