"Una canzone di Eugenio Finardi dice: ....con la radio si può scrivere leggere cucinare, non c'è da stare immobili seduti a guardare. Forse è proprio quello che me la fa preferire, è che con la radio non si smette mai di pensare...."
Stefy

21 nov 2008

Nostalgia Canaglia

Che nostalgia.....
bim bum bam con Bonolis tutto nei giganteschi quando Uan era più famoso di lui
Lady Oscar, Candy Candy, Spank, i Barbapapà, i Puffi.... quando i cartoni erano semplici
i giochi per strada, la corsa coi sacchi, il gioco dei tappi, delle figurine e delle biglie colorate
le gare di pallone, il gioco del paradiso, la corda, il noncibuchi e l'hula hop...quando anche i giochi erano semplici
i telefilm americani nei quali ti immedesimavi e volevi essere come loro...come happy days
il mare dalle 9.00 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 19.00 poi doccia a casa e si usciva per stare fuori tutti insieme
mangiare la pizza in spiaggia con le compagnie gigantesche
le uscite in motorino in due senza casco
andare a Stintino un pò in autostop e un pò in moto, a turno senza mai perderci di vista impiegando ore per arrivare al mare e per tornare a casa.....quando anche le uscite erano semplici
le moto truccate, la vespa rossa con la campana 100 e il volano alleggerito
i giri in moto in tre mentre si fuggiva dal vigile che guidava il ciao e lo perdevamo per strada
il cristal soleil che ti faceva i capelli biondi
i pantaloni con l'orlo sempre corto, le calze e le felpe dello stesso colore
i paninari, i dark e i metallari che sembravano tanto duri e poi erano più buoni e studiosi di noi
le serate in discoteca, il carnevale travestiti da qualsiasi cosa
le feste a casa di amici e l'indomani si tornava a casa in moto con i maschi vestiti da donna e le donne da maschio
la prima sbronza
la prima canna
il primo fidanzatino
la prima fuga da scuola
la firma falsa della mamma sulla giustificazione
le gite scolastiche
i vecchi amici
i vecchi professori che nel bene e nel male non scorderai mai
le punizioni dei miei genitori
uscivamo più quando eravamo in punizione che quando potevamo farlo
la testa che non era mai sulle spalle
le tante persone passate nella mia vita, quelle che non ci sono più......
Per carità, sono felice di me stessa oggi, ma mi manca molto quello che ero una volta
quello che eravamo un pò tutti in barba a playstation, cellulari, pc e cazzi vari.

5 commenti:

cinzia ha detto...

Cristal soleil, che a me faceva i capelli bellissimi, e a quell'altra (arrotino) l'ha costretta al taglio corto. Tore che scese dalla macchina perchè era convinto che avevamo avuto un incidente, invece stavamo mangiando una scatola di Tonno Nostromo. Nicola che aggiustava la moto e gli restava sempre un pezzo in più. Le morche, la motocarrozzella di Maurizio, Roberto con i pantaloni a tre quarti, la pantera e marco Panettone. Lera di Cin Cian e S.Gennaro, di Anna vieniti a ti coricare e Anita saltami addosso con le dita nel Naso e le Mutande Abbassate.Chiara e lu pannino con la cioccollatta e pole position che impiegava 3 giorni per andare al cesso.....non bastano 30.000post per far capire cosa di bello abbiamo vissuto.
Bacissimi.....T.v.b.

Stefy ha detto...

è proprio vero tesoro mio, mille vite in una vita sola.

La Lunga ha detto...

mi hai fatto viaggiare nel tempo ...

Gandalf ha detto...

hai visto i video NOI sul mio blog?

che tempi davvero...

Stefy ha detto...

@la lunga
ogni tanto questi viaggi fanno bene al cuore
@gandalf
non ho avuto modo ma riparerò

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, a chi dice il contrario dò io una testata, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità e si vede benissimo. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Le immagini qui postate sono MIE o gentilmente offerte da Google. Qualora gli autori avessero qualcosa da dire al riguardo, possono contattarmi, ci prendiamo un caffettino ed io provvederò a rimuovere il contenuto contestato se mi pagano il caffè.